Italienischkurs: Lektion 32

1)Höre dir den folgenden Dialog an:

IN LIBRERIA (Im Buchladen)

Manuela: Che genere di libri preferite?
Giorgia: A me piacciono i libri di fantascienza e di avventura.
Veronica: A me i gialli.
Manuela: Io invece leggo soprattutto classici e romanzi contemporanei. Preferisco gli autori stranieri.
Veronica: Guardate, c’è il mio libro preferito! Ve ne leggo l’inizio: “Erano le 7 del mattino. Si preparò e uscì velocemente di casa: aveva un piano da mettere in atto. ‘Devo raggiungere il mio complice,’ pensò, e si diresse verso il viale alberato che conduceva alla stazione.”
Giorgia: Davvero intrigante! Mi viene voglia di leggerlo subito.

2) Che genere di libri ti interessano?

  • generi: romanzo, racconto, poesie, best seller, gialli/polizieschi, classici, romanzi d’avventura, psicologici, d’amore, a sfondo storico, di fantascienza, fiaba, favola, libri per bambini, biografia,…
  • altre parole relazionate: lettura, libro, autore/autrice, scrittore/scrittrice, poeta/poetessa, casa editrice, libreria, biblioteca,…

3) Il passato remoto

Viene utilizzato soprattutto nella lingua scritta (formale) e letteraria.

Può esprimere:

  • Un fatto concluso, avvenuto in un preciso momento nel passato ed ormai indipendente dal presente.

“In quell’occasione fui ingenuo.”

  • Un’azione passata inclusa in uno spazio di tempo determinato.

“Tre anni fa andammo in vacanza a Capri.”

  • Azioni distaccate in successione narrativa.

“Si guardò intorno, aspettò il momento opportuno e se ne andò inosservato.”

  • Un’azione circoscritta e relativa a circostanze ben delimitate.

“Nel 1789 ebbe luogo la Rivoluzione Francese.” (ebbe luogo = ci fu)

Alcune coniugazioni:

DARE POTERE DIRE
Io diedi/dettiTu desti

Lui/Lei diede/dette

Noi demmo

Voi deste

Loro diedero/dettero

Io poteiTu potesti

Lui/Lei potè

Noi potemmo

Voi poteste

Loro poterono

Io dissiTu dicesti

Lui /Lei disse

Noi dicemmo

Voi diceste

Loro dissero

Il passato remoto /Historisches Perfekt

Verbi italiani / Italienische Verben

4) Teste selbst, was du in dieser Lektion gelernt hast.

Esercizio N°32 / Übung N°32