Unità 29 – L’incontro

1) Ascolta il seguente dialogo:

L’INCONTRO

Veronica: Ciao, Zia!
Zia: Ciao, Veronica, che piacere vederti! Sono loro le amiche di cui mi avevi parlato?
Veronica: Sì, sono Manuela e Giorgia. Lo sapevi, Zia, che non avevo ancora visitato Firenze?
Zia: Sì, mi ricordavo! E ti piace la città?
Veronica: Sì, è splendida.
Zia: Io ci vivo ormai da 10 anni.
Veronica: Perché non andiamo in un bar a prendere un caffè?
Zia: Mi dispiace ma devo subito correre al lavoro. Piacere di avervi conosciuto!
Manuela/Giorgia: Piacere nostro, arrivederci!
Veronica: Ciao Zia, ci sentiamo presto!
Zia: A presto, Veronica.

2) Il trapassato prossimo

Si forma con l’imperfetto degli ausiliari “essere” o “avere” ed il participio passato del verbo.

Esempi:  avevo visto; eri andato; avevano mangiato; eravate stati; ecc.

  • Può esprimere un’azione passata, avvenuta prima dei fatti espressi da una reggente (con un verbo al passato).

“Sapevo che Luca era partito.
“Le ho chiesto se aveva già fatto la spesa.”

  • Può essere sintatticamente indipendente e può riferirsi ad un’azione sottintesa del passato.

“Non avevo ancora visto la tua nipotina.”
“Io te l’avevo detto.

  • Può esprimere un’azione lontana nel tempo, in rapporto con un presente o un futuro.

“Questo è il bracciale di cui ti avevo parlato.
“Da domani restaureranno il negozio che mio padre aveva venduto.

Il trapassato prossimo

3) Le particelle pronominali (si, ci, ne)

Le particelle pronominali possono indicare persone, cose, luoghi, o avere altri referenti.

Si mangia bene in quella pizzeria?”
“Qui non si fuma.”
“Non ci si comporta così.”

SI Riflessivo
“Maria si pettina.”
Si
sveglia presto.”
“I due fratellini si fanno i dispetti.”
Impersonale
Si mangia bene in quella pizzeria?”
“Qui non si fuma.”
“Non ci si comporta così.”
Passivante
“Ogni giorno si mandano tanti messaggi col cellulare.”
“In questo negozio si vendono fiori.”
CI 1ª persona plurale nelle forme riflessive (ci noi)
Ci siamo già visti.”
Ci dispiace.”
Ci sentiamo!”
Impersonale, in sostituzione del si, con un verbo riflessivo
“Non ci si deve arrabbiare.”
Ci si abitua ai cambiamenti.”
Complemento di luogo (puoi usare anche “vi”, meno comune)
“Parigi? Ci siamo stati 3 volte.”
“Londra mi è piaciuta e ci tornerò presto.”
Riferito a persone, cose o situazioni
“Potrei chiamarlo, ma non ci penso nemmeno.”
(ci = a chiamarlo)”Lui dice di non avere più debiti, ma io non ci credo.”
(ci = al fatto che non abbia più debiti)
In espressioni idiomatiche
C’era una volta.”
Ci vuole pazienza.”
Ci sei rimasto male?”
NE Pronome partitivo (ne = di questo/questi)
“Ho tanti esercizi per domani ma ne ho già fatto più della metà.”
“Avevo tutti i libri ma ne ho venduto alcuni.”
Pronome dimostrativo (ne = di/da lui/lei/ciò)
“E’ una persona affidabile, ne sono sicuro.”
(ne = del fatto che sia affidabile)”Marco? Ne ho avuto soltanto delusioni.”
(ne = da Marco)
Avverbio di luogo, con senso di allontanamento (ne = da/di lì)
“Ero alla festa ma me ne sono andata presto.”
(ne = dalla festa)”Come mai ve ne siete andati?”
(ne = da lì)
In espressioni idiomatiche
“Non ne posso più.”
Ne va della tua salute.”
Ne vale la pena.”
Ne ho abbastanza.”

4) Metti alla prova quello che hai imparato in questa lezione.

Esercizio N°29-a

Esercizio N°29-b