One World Italiano

CULTURA ITALIANA

ESERCIZI DI VOCABOLARIO

ESERCIZI: MUSICA IN ITALIANO

COME SI SCRIVE?

L’apostrofo

L’apostrofo è un segno grafico (‘) che in italiano si usa per indicare: la caduta della vocale finale della parole […]

Continua a leggere

CORSO DI ITALIANO: 37 unità dal livello base all’avanzato

CORSO DI ITALIANO: 24 lezioni di livello intermedio

ESERCIZI: TRAILER IN ITALIANO

Unità 19 – Carnevale

1) Ascolta il seguente dialogo: CARNEVALE Giorgia: Lo sapevate che il carnevale di Venezia è conosciuto in tutto il mondo? Manuela: Davvero? Veronica: Mio fratello qualche tempo fa è venuto in questa città per partecipare alle sfilate in maschera! Giorgia: Che bello! Si è divertito? Veronica: Sì, ha fatto molte foto. Lo sapevate che il carnevale di Venezia è una festa molto antica? Manuela: Hai visto! […]

Continua a leggere

Sei romantico o no? Scoprilo con il test di personalità!

Test di personalità per scoprire se hai o no un animo romantico. Vedi anche: Buon San Valentino ❤️ Il cruciverba di San Valentino La festa degli innamorati Esercizio di lessico: L’amore esiste Articoli indeterminativi – Canzone di Jovanotti: Baciami ancora “Innamoratevi!” monologo sull’amore di Roberto Benigni Monologo sull’amore del famosissimo Roberto Benigni  

Continua a leggere

Il cruciverba di San Valentino

Curiosità legate alla festa di San Valentino. Vedi anche: Buon San Valentino ❤️ La festa degli innamorati “Innamoratevi!” monologo sull’amore di Roberto Benigni “L’amore esiste” canzone di Francesca Michielin Sei romantico o no? Scoprilo con il test di personalità! Monologo sull’amore del famosissimo Roberto Benigni

Continua a leggere

La festa degli innamorati

Cerca nella griglia le parole legate alla festa di San Valentino! Vedi anche: Buon San Valentino ❤️ Il cruciverba di San Valentino “Innamoratevi!” monologo sull’amore di Roberto Benigni “L’amore esiste” canzone di Francesca Michielin Sei romantico o no? Scoprilo con il test di personalità! Monologo sull’amore del famosissimo Roberto Benigni

Continua a leggere

Anno nuovo, vita nuova

Anno nuovo, vita nuova

In questo video, tratto dal nostro corso Un anno con Veronica” di livello intermedio, Veronica vuole ripartire alla grande. Ci spiega quindi cosa fare per iniziare l’anno con positività e cosa evitare invece per non fare andare male le cose! Ci tiene a ricordare che “volere è potere!”, anche nello studio della lingua italiana e che quindi non è mai […]

Continua a leggere

Gli articoli

Gli articoli si distinguono in determinativi e indeterminativi. Articoli determinativi Gli articoli determinativi sono: il, lo, la; con i nomi al singolare i, gli, le; con i nomi al plurale ed indicano persone, animali e cose precise. Per esempio: Ho comprato il quaderno nuovo. Ho comprato i quaderni nuovi. Articoli indeterminativi Gli articoli indeterminativi sono: un, uno, una ed indicano […]

Continua a leggere

L’apostrofo

L’apostrofo è un segno grafico (‘) che in italiano si usa per indicare: la caduta della vocale finale della parole quando seguita da una parola che inizia per vocale (elisione); la cancellazione della vocale, consonante o sillaba alla fine della parola (troncamento). 1. Nel primo caso, l’apostrofo è obbligatorio con: gli articoli determinativi la e lo e le preposizioni articolate […]

Continua a leggere

L’accento in italiano

L’accento determina la pronuncia delle parole. In italiano si usa sempre e solo sulle vocali, e mai sulle consonanti. In italiano distinguiamo tra: accento tonico; accento grafico. 1. L’accento tonico Tutte le parole italiane possiede l’accento tonico che cade su una delle sillabe della parola e determina una pronuncia più marcata di tale sillaba. Questo tipo di accento non è […]

Continua a leggere

Si scrive sì o si?

Entrambe le forme sono corrette ma hanno significati diversi. La forma accentata sì è l’avverbio di affermazione, che si usa per dare una risposta affermativa ad una domanda. “Vuoi venire al cinema stasera?” “Sì!”. Quando mi ha chiesto di sposarlo ho detto subito di sì. Sì, hai ragione tu. Si senza accento ha due diversi significati. Può essere pronome riflessivo […]

Continua a leggere

Si scrive e o ed, a o ad?

In italiano la congiunzione “e” e la preposizione semplice “a” in alcuni casi prendono la “d” finale e diventano “ed” e “ad“. Ed e ad si usano solo quando la parola che segue inizia con la stessa vocale. Gli ho detto di studiare ed esercitarsi meglio per l’esame. Ho aiutato Marco ad aggiustare il suo computer. Sono andata ad ascoltare […]

Continua a leggere

Si dice preferito o favorito?

In italiano quando vogliamo esprimere una nostra preferenza si usa l’aggettivo qualificativo preferito. L’aggettivo “preferito” indica una persona, un animale o una cosa che è ritenuta migliore dal nostro punto di vista. Il mio libro preferito è Harry Potter. La mia città italiana preferita è Cagliari. I miei animali preferiti sono i gatti e i cani. L’aggettivo “preferito” può essere […]

Continua a leggere

Si scrive un altro e un’altra

Un errore comune in italiano, che crea grande confusione, è l’uso dell’apostrofo con gli articoli indeterminativi “un” e “una”. Un è l’articolo indeterminativo maschile singolare che si usa davanti a tutte le parole che iniziano per vocale e non si apostrofa mai. Per questo motivo la forma corretta è un altro, staccato e senza l’apostrofo. Oggi la giornata è nuvolosa. […]

Continua a leggere

Si scrive da, dà o da’?

Tutte tre le forme sono corrette ma hanno significati differenti. Da, senza l’accento e apostrofo, è una preposizione semplice. Oggi vado a cena da Mario. Hai fame? Vuoi qualcosa da mangiare? Non lo vedo da mesi. La forma accentata, dà, invece è la terza persona singolare dell’indicativo presente del verbo DARE. Il cane è un animale che ti dà amore […]

Continua a leggere

Li o lì, la o là?

Hanno la stessa forma scritta ma svolgono due funzioni differenti. Li senza accento è il pronome maschile plurale usato con la funzione complemento oggetto: Li ho visti insieme al ristorante. La professoressa mi ha dato due libri. Devo leggerli entrambi. Ho comprato i biglietti per il concerto ma non li ho mai ricevuti. Lì con l’accento invece è un avverbio […]

Continua a leggere

Si scrive se o sé?

Entrambe le forme sono corrette. Se, senza l’accento, è una congiunzione ipotetica che serve ad introdurre un’ipotesi o una condizione. Se avessi tempo, andrei a fare una passeggiata al mare. Se fossi ricco, comprerei uno yacht. Se tu mi dessi attenzione, ti spiegherei cosa è successo. Sé, con l’accento, è invece il pronome riflessivo di terza persona singolare. Marco pensa solo […]

Continua a leggere

Si scrive dopodiché, dopo di che o dopodiche?

Tre parole che unite danno origine a una; il suo utilizzo può essere duplice: può avere lo stesso intento di “dopo” (funzione consecutivo-temporale), oppure può introdurre una condizione causata dall’azione precedente (funzione avversativa). Dopo di che è quella che possiamo definire la forma originaria, priva di accento perché “che” da solo non richiede mai l’accento. Lucia ha iniziato a lavorare in […]

Continua a leggere

Si scrive infatti o in fatti?

La forma corretta è infatti, tutto attaccato. In fatti, scritto staccato, è un errore. La congiunzione infatti significa “di fatto” e si usa per introdurre una conferma, una prova  o una giustificazione rispetto a quanto detto precedentemente e aggiunge nuove informazioni. Ieri notte ho dormito poco, infatti oggi sono stanco. Oggi ha piovuto tutto il giorno, infatti non c’era nessuno […]

Continua a leggere

Si scrive tuttavia o tutta via?

La forma corretta è tuttavia, scritto tutto attaccato. Tuttavia è una congiunzione avversativa, o concessiva, utilizzata per collegare due frasi che esprimono un contrasto. Tuttavia significa “eppure”, “ciò nonostante”, “ma”. Mario stava male, tuttavia è andato a scuola. Oggi ha piovuto tutto il giorno, tuttavia fa caldo. Ho trovato traffico mentre andavo a lavoro, tuttavia sono arrivato in orario. La […]

Continua a leggere

Qualche + singolare o plurale?

 L’aggettivo indefinito qualche è SEMPRE seguito da un sostantivo al singolare. Gli aggettivi indefiniti si usano per indicare una quantità indefinita e concordano per genere e numero con il nome a cui si riferiscono. Qualche significa “un certo numero di” e richiede il nome al singolare, anche quando si riferisce a più di una cosa. Quando vado a fare la […]

Continua a leggere
1 2 3 42